lunedì 22 aprile 2013

Il Trekking dal mio punto di vista: un modo per "assaporare il Gargano live"

Il trekking era uno sconosciuto per me. 
Io, che odio camminare, ma amo la natura, mi sono sempre chiesta quanto allenati bisognasse essere per poter "sopravvivere" ad un'escursione di difficoltà "turistica" (definito il livello più facile), se le pendenze, oltre che le distanze, rappresentassero un ostacolo superabile o meno. Poi domenica scorsa mi si è presentata l'occasione per trovare una risposta a tutti i miei dubbi, mi sono fatta coraggio e ho deciso di partecipare alla mia prima escursione di trekking, organizzata dal mitico Pietro Caforio in collaborazione con la sezione di Foggia del WWF.


 

L'esperienza vissuta in prima persona a Monte Castellana, sopra San Giovanni Rotondo, mi ha aperto un mondo. Un mondo meraviglioso. Non solo sono stata in grado - senza preparazione fisica alcuna - di completare il percorso senza particolare difficoltà (non mi hanno abbandonata lungo "l'autostrada del bosco" a causa della mia scarsa resistenza!!), ma mi ci sono proprio appassionata, al trekking!

Tra profumi talmente inebrianti da diventare quasi droga per l'olfatto, fiorellini dai colori vivaci, lampascioni e punte di asparagi, superfici lunari fedelmente riprodotte anche sulla Terra e la tanto attesa conoscenza con le minuscole orchidee dalla forma di insetti, mi sono addirittura addormentata al sole: prima abbronzatura! 

A questo punto posso dire che il trekking è uno dei modi più belli e completi per CONOSCERE DAVVERO L'ESSENZA DI UN TERRITORIO e la sua natura, i suoi piccoli miracoli, i segreti...

E perchè non condividere tutto ciò con coloro che sul Gargano ci vengono - appunto - per piacere?? Per  una vacanza di emozioni?

E' quello che abbiamo in programma di fare quest'anno al Villa Americana, a partire da...ADESSO!


...TO BE CONTINUED...